Abstract%20Architecture%20_edited.jpg

racconti in immagini

viaggio chicago, usa, 2012

Gli edifici e l’architettura di Chicago hanno influenzato e riflesso la storia dell’architettura americana. L’ambiente costruito [costruito] di Chicago riflette la storia della città e il suo patrimonio multiculturale, con importanti edifici in una varietà di stili da molti importanti architetti. Poiché la maggior parte delle strutture all’interno dell’area del centro cittadino furono distrutte dal Grande incendio di Chicago nel 1871 (l’eccezione più famosa è la Torre dell’acqua), gli edifici di Chicago sono noti per la loro originalità piuttosto che per la loro antichità.

Chicago è famosa in tutto il mondo per la sua pletora di stili architettonici unici, dai Chicago Bungalows e Two-Flats ai grandi Greystone, lungo Logan Boulevard e Lawndale Avenue, dai grattacieli del Loop, nonché una ricchezza di architettura sacra come la città decorata “Cattedrali polacche”.

Cicerone: Maurizio Caroselli, arch. DR/PhD

workshop manila, philippines, 2014

Il workshop si svolgerà nella città di Manila, particolare esempio di megalopoli contemporanea, di recente sviluppo su una struttura urbana fortemente caratterizzata da elementi naturali e da una stratificazione storica e culturale di grande rilevanza.

Il workshop si avvarrà della collaborazione dell’University of the Philippines nella settimana dal 19 maggio al 23 maggio ed avrà come principale obiettivo lo studio della città di Manila, attraverso una esperienza progettuale.

Sono previste lezioni, visite e ricognizioni tematiche sulla città, in rapporto anche a contributi di docenti ed esperti della storia urbana di Manila e seminari sui temi della programmazione delle trasformazioni urbane. Attraverso sopralluoghi e visite alle aree oggetto di studio, supportate da materiale analitico fornito dalla docenza, i partecipanti effettueranno indagini conoscitive che costituiranno la base per la successiva redazione di un progetto urbano. Il progetto sarà redatto individualmente e sarà inviato ai membri della commissione via mail, in formati prestabiliti, entro quindici giorni dalla conclusione del workshop.

Docenti referente Politecnico di Milano: Maurizio Carones, Professore di Composizione Architettonica

viaggio east cost, usa, 2013

Quando si pensa agli Stati Uniti uno dei primi luoghi che una persona tende a voler visitare è quasi sempre New York City. La megalopoli americana è la meta da raggiungere per capire di essere veramente arrivati in America.

Quella New York vista in mille film diversi, le strade trafficate, i suoi grattacieli così alti e maestosi, la famosa Statua della Libertà che svetta imponente, in qualsiasi ripresa dall’alto, di una delle metropoli più famose al mondo.

Si sa che i classici giorni di ferie, che di solito ognuno di noi ha a disposizione, non sono mai sufficienti per riuscire a scoprire tutto  ciò che si vuole di una città. Nella vita però bisogna essere anche bravi ad adattarsi (e a volte ad accontentarsi) per vivere al meglio quell’esperienza unica che è un viaggio. Se si riesce ad adattare qualche giorno in più alla settimana di ferie, da New York è possibile visitare in poco tempo anche altri must see della costa orientale degli USA, con le sue grandi città che in gran parte racchiudono proprio la storia degli Stati Uniti d’America.

E se siete alle prime armi con gli on the road, in tour come questo potete tranquillamente optare per l’utilizzo dei mezzi pubblici per gli spostamenti tra le varie città. Qui in America sono molto organizzati e non vi deluderanno.

Cicerone: Maurizio Caroselli, arch. DR/PhD

workshop toronto, canada, 2016

Year 3 of the Regional Ecologies Project will focus on Interstitial Zones by looking at the networks and systems that define our cities and their surrounding regions. Students will work to propose new designs and design methods for creating the intelligent and balanced solutions that foster prosperous, liveable and resilient city-regions of the future. Thinking regionally in this project allows the IwB to explore the intersection between the local and global.

‘Interstitial zones’ are commonly defined as rural sites, but they can also include ‘in-between’ areas that are made up of suburbs, agricultural zones, industrial hubs and small-scale craft production areas that are found beyond cities and are remote from urban centres. Global shifts in trade flows and industry have changed the capacity for influence and the prosperity of many interstitial zones, yet they are crucial to regional prosperity.

 Docenti referente Politecnico di Milano: Luca Maria Francesco Fabris, arch. DR/PhD pa/associate professor 

viaggio argentina, 2008

Il viaggio in Argentina rappresenta la meta da sogno. Il tour dell’Argentina significa soprattutto Tour della Patagonia per la maggior parte dei viaggiatori: un viaggio avventuroso, immersi in un territorio incontaminato dalla presenza umana, dove solamente i rumori del vento e degli animali spezzano un silenzio che troverete magico. Grandi montagne, ghiacciai, laghi salati, cascate, steppe aride, balene, orche, foche, leoni marini, particolari specie di uccelli, di roditori e anche di lama sono qui, ad aspettarvi, in una terra che affascina da sempre i viaggiatori per i suoi grandi spazi selvaggi e la sua biodiversità.

Ma le cose da vedere in Argentina non si fermano solamente alle esperienze naturalistiche: città come Buenos Aires meritano di entrare nel vostro tour dell’Argentina, perché possono regalarvi emozioni coinvolgenti, come la possibilità di provare ad imparare il tango in uno dei club più antichi di questa città.

Non solo natura e cultura quindi, l’Argentina è anche arte ed architettura, considerando che alcuni tra i più celebri architetti del mondo vengono proprio da questo paese, dove hanno lasciato il loro segno inconfondibile.

viaggio brasile, 2009

C'è il Brasile magico di Salvador de Bahia, quello balneare delle spiagge di Rio, quello travolgente del carnevale e quello altrettanto affascinante, ma molto meno noto, dell'architettura modernista brasiliana. E allora, prima che l'appuntamento con i mondiali di calcio renda la meta troppo affollata, si può partire per un viaggio verso le città di San Paolo, Belo Horizonte, Brasilia e Rio de Janeiro, dove conoscere il genio creativo di architetti che hanno rivoluzionato il modo di costruire, di valorizzare gli spazi del passato e di progettare il verde urbano.

 

Cicerone: Henrique Alves Pereira Pessoa, arch. DR/PhD